Blog

Home/Blog/ISO 9001 2015: Come cambia la normativa e perchè interessa alle aziende
Certificazione-iso-9001

ISO 9001 2015: Come cambia la normativa e perchè interessa alle aziende

Il 15 settembre 2015 è stata pubblicata la nuova edizione della norma sulla certificazione ISO 9001. Vediamo di seguito le principali novità e i cambiamenti della nuova edizione.

Certificazione ISO 9001 2015: cosa cambia per le aziende?

certificazione-iso-9001

Tutte le aziende già in possesso di tale certificazione, o che vorranno introdurla nella propria organizzazione, saranno tenute ad applicare questo nuovo standard adattando i propri processi organizzativi interni. Gli audit di terza parte effettuati dagli enti certificatori saranno ancora eseguiti secondo la norma in edizione 2008, fino a 3 anni dalla data di pubblicazione della norma in edizione 2015.

È previsto infatti un periodo transitorio della durata di tre anni durante il quale le aziende potranno aggiornare il proprio sistema di gestione. Tuttavia per programmare e pianificare le risorse e le energie necessarie all’ottenimento della nuova certificazione, in tempi e modi adeguati, è consigliabile approfondire fin da subito la conoscenza della certificazione ISO 9001:2015.

Quali sono le principali novità della ISO 9001 revisione 2015 rispetto alla precedente edizione 2008?

1 – Ristrutturazione della norma secondo la HLS (High Level Structure)

La norma ISO 9001-2015 è stata ristrutturata: i titoli dei capitoli, dei sotto capitoli, nonché la presentazione delle clausole e dei paragrafi sono stati completamente rivisti. Nel complesso, questa ristrutturazione non modifica né il fondamento né le esigenze della norma. Ciò nonostante la forma è evoluta per rispettare questa nuova scomposizione e la concatenazione dei temi. Con questa nuova struttura, l’obiettivo dell’ISO è di facilitare le aziende e le organizzazioni con l’integrazione dei diversi sistemi di gestione unificandone gli aspetti complementari. Diventa così più semplice per un’azienda includere nel proprio sistema di gestione gli elementi di altre norme che considera pertinenti: elementi della norma ambientale ISO14001-2015 ed elementi della futura norma ISO45001 sulla gestione della salute e della sicurezza sul lavoro.

2 – La gestione dei rischi diventa una colonna portante della norma

La gestione dei rischi con un approccio risk-based diventa un elemento fondamentale della norma revisionata: l’individuazione dei rischi, la loro qualificazione, la loro gestione. La qualità è un risultato della corretta gestione dei rischi, che vanno al di là del perimetro del prodotto o del servizio offerto: non ci può essere qualità se non si è in grado di offrire al cliente, a lungo termine, un prodotto o un servizio conforme.

Il rischio viene analizzato come un elemento opposto: “l’opportunità”. La norma ISO9001:2015 comprende anche questo concetto d’incertezza positiva. Ovviamente il concetto di rischio è un concetto aggiuntivo che non sostituisce affatto i concetti precedenti. Al contrario, si integra con questi ultimi e li completa.

3 – La leadership

L’impegno per la qualità attraverso una leadership responsabile e visibile è rinforzato:responsabilità-direzione-iso-9001

  • il concetto di “Rappresentante di direzione” scompare del tutto;
  • la politica della qualità e gli obiettivi definiti devono essere allineati con gli orientamenti strategici;

4 – Una norma decisamente aperta all’industria dei servizi

La ristrutturazione della norma ha preso in considerazione l’evoluzione dell’economia e delle aziende. Inizialmente strutturata per le attività manifatturiere e industriali, la norma ISO9001 è stata vittima del suo successo e numerose organizzazioni provenienti da altri campi di attività se ne sono impadronite.

La revisione ISO9001-2015 rende conto di questa evoluzione e il suo aggiornamento, nella scelta del vocabolario ma anche nel livello di astrazione, ne semplifica la messa in opera per tutti i settori, tra i quali i servizi.

5 – Il manuale di qualità

La revisione non richiede più che l’organizzazione certificata tenga aggiornato un manuale di qualità. Nonostante ciò, l’esigenza di una documentazione rimane. È sempre necessario documentare, mantenere e conservare le informazioni pertinenti. Un manuale di qualità resta l’elemento guida sempre e comunque.

L’obiettivo della norma è prendere in considerazione le evoluzioni tecnologiche ed etico-sociali. Le informazioni non sono più strutturate, organizzate, gestite, conservate, diffuse e accessibili come 20 anni fa quando il supporto cartaceo regnava sovrano.

Questa evoluzione permette altresì una maggiore flessibilità nell’organizzazione delle aziende. Adesso sarà possibile essere in conformità con la norma anche attraverso una gestione flessibile, sempre che tale gestione risulti adeguata ai requisiti della norma.

6 – L’ importanza del contesto dell’organizzazione certificata e dei beneficiari

La norma contiene due nuovi punti (4.1 e 4.2) che richiedono una presa in considerazione migliore del contesto dell’organizzazione: analisi del contesto, individuazione delle parti interessate interne ed esterne all’organizzazione e la comprensione delle loro aspettative.

7 – La conoscenza è una risorsa come un’altra

Ancora una volta, la norma ISO9001:2015 si adatta ai tempi. La conoscenza è diventata un elemento chiave per la riuscita di numerosi progetti e per lo sviluppo commerciale. Perché un sistema funzioni, i soggetti coinvolti devono essere pienamente consapevoli del proprio ruolo, la nuova norma impone dunque di:

  • individuare le conoscenze necessarie per svolgere correttamente l’attività e raggiungere gli obiettivi prefissati;
  • garantire che la conoscenza sia mantenuta, e messa a disposizione quando necessaria al fine di anticipare le esigenze di gestione soprattutto in termini di rischio.

 

Certificazione ISO 9001 2015: Interviste alle principali figure del Gruppo Inveco coinvolte:

 

 

Ing. Andrea Girelli

certificazione-iso-9001

Responsabile vicario della qualità dal 2014

Ho ereditato questo importante ruolo aziendale con lo scopo di dar continuità al lavoro svolto da più di un decennio. Il cambio della normativa va assolutamente visto come un’opportunità generale ed uno stimolo al miglioramento complessivo dell’organizzazione aziendale. Anche se oggi non è più previsto dalla normativa, continueremo ad utilizzare il manuale della qualità, questo perché con lo stesso manuale siamo cresciuti e perché lo considero un documento dinamico utile alla vita ed all’organizzazione dell’azienda.

 

 

 

 

certificazione-iso-9001

Dott. Filippo Barbetti

Responsabile della qualità dal 2006 al 2010, oggi C.E.O. del Gruppo

Creare le procedure organizzative, la redazione del manuale, la pianificazione degli stadi della progettazione, sembravano all’inizio più un esercizio accademico che pratico ed utile alla vita aziendale, poi invece queste operazioni si sono dimostrate un vero e proprio metodo e modello gestionale. In linea con il cambiamento normativo, credo fermamente che l’evidenziare le criticità aziendali nel proprio interno debba diventare un’opportunità volta al miglioramento complessivo dell’erogazione di ciò che si offre.

 

 

 

 

 

Andrea Bonifazi 

certificazione-iso-9001

Consulente Qualitas Srl, advisor ISO 9001 per il Gruppo Inveco

Sin dal primo anno di certificazione, anno 2006 ho trovato un’azienda capace di cogliere le op

portunità che il sistema di gestione ISO 9001 proponeva a livello formale ed organizzativo. Molte delle stesse figure professionali di allora sono oggi nell’organigramma di Inveco, questo dimostra la loro attitudine al cambiamento e la perseveranza verso il raggiungimento degli obiettivi prefissato anno dopo anno.

 

 

 

Ilenia Pappafava certificazione-iso-9001

Responsabile della qualità dal 2010 al 2014, oggi impiegata presso un’altra azienda

Negli anni in cui sono stata la responsabile della qualità del Gruppo Inveco, abbiamo raddoppiato le procedure standard previste dalla normativa con lo scopo di rendere la gestione aziendale più organizzata in ogni suo aspetto.

 

 

 

 

Simona Dottorini certificazione-iso-9001

Responsabile di segreteria, Supervisor & Controller del Gruppo dal 2007

L’azienda grazie alla perseveranza nell’applicazione della normativa ISO 9001 è cresciuta moltissimo, certo lavorare con delle procedure formali e concrete rende il nostro lavoro più difficile, ma le stesse difficoltà non vanno viste come un handicap bensì come un’elevazione del livello professionale.

 

 

Vannia Cecchetti certificazione-iso-9001

Administration Manager del Gruppo dal 2001

L’area amministrativa di un Gruppo Internazionale e multisettoriale come quella di Inveco non può prescindere dall’avere un sistema di gestione della qualità nel rispetto della normativa ISO 9001. L’interazione amministrativa dell’azienda sia verso i clienti che verso i fornitori passa attraverso regole e procedure stabilite e consolidate.

 

 

 

Conclusioni

In conclusione, la revisione della ISO 9001 tende a vedere un Sistema di Gestione della Qualità che fa della riduzione dei rischi aziendali, l’elemento principale per la valorizzazione del bene e del servizio offerto.

INVECO HOLDING SPA, azienda certificata ISO 9001 dal 2006, ha saputo applicare le normative di riferimento in tutti i propri servizi erogati da oltre 10 anni verso clienti strutturati e multinazionali affermate del settore industriale. Sin dai primi anni il sistema di gestione della qualità è stato considerato come “una linea guida” del nostro sistema organizzativo generale, andando ben oltre gli obblighi normativi, implementando le procedure aziendale anche a quegli ambiti non previsti dalla norma, come ad esempio la gestione del patrimonio immobiliare.

 

 

 

 

Vuoi avere informazioni aggiuntive? Contattaci.


Ho letto l’Informativa e autorizzo il trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi indicate.